MISSIONE

Questo progetto nasce dalla volontà di apprendere e trasmettere insegnamenti di carattere Universale (Tradizionali) che possano essere utili al singolo individuo per la propria realizzazione ed il conseguimento di una sempre crescente Armonia di vita, vissuta in pace ed in accordo con gli altri esseri viventi umani e non umani, includendo quindi tutto il mondo animale e vegetale, senza escludere il territorio (terra, mare, montagne), dove noi tutti viviamo su questo pianeta.

SIAMO INTERCONESSI (in Entanglement) lo sviluppo deve essere equilibrato e sostenibile nel rispetto dei ritmi naturali, l’economia deve essere al servizio del Bene comune.Se i singoli componenti della società vivono più in Armonia ed in Pace, il risultato individuale si trasmette ai conviventi, ai vicini e a tutta la comunità, visto che la società è composta da un insieme di esseri viventi.

Uno dei motti che facciamo nostro è quello del Mahatma Gandhi:

“Sii tu stesso il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”

 

Perché Nani sulle spalle di Giganti?

Ho sempre ritenuto che, quando si vuole trasmettere un insegnamento Universalmente valido e quindi Tradizionale, occorre semplicemente portare in evidenza qualcosa di già detto, tenendo conto, nei commenti e nelle riflessioni, del linguaggio e delle abitudini espressive del momento.

Sappiamo che la parola “Tradizione” deriva da “tra-duco”, condurre attraverso una Tradizione, insegnamento che si trasmette dalla notte dei tempi. L’intento è quello di contribuire a portare in evidenza insegnamenti Tradizionali, Universali, che non dipendono dalla singola opinione; lo spirito è quello ricordato da Isaac Newton quando ha affermato in una lettera a Hooke (1676):

Se ho visto più lontano, è perché stavo sulle spalle di Giganti”.

Giovanni di Salisbury sosteneva lo stesso principio, infatti attribuiva al suo Maestro Bernardo di Chartres (1070 – 1130 d.C.), ambedue appartenuti alla famosa scuola filosofica platonica di Chartres, questa frase: “Diceva Bernardo che noi siamo nani sulle spalle di Giganti, così possiamo vedere più cose di loro e più lontane, non certo per l’acume della nostra vista o l’altezza del nostro corpo, ma perché siamo sollevati e portati in alto dalla statura dei Giganti”.  Siamo quindi “nani”, ma se riusciamo a salire sulle spalle dei Giganti che ci hanno preceduto, cioè avvalerci dei loro insegnamenti, potremo allargare la nostra visione e vedere più lontano e quindi operare le giuste scelte.

Questo il nostro intento: apprendere gli insegnamenti universalmente validi e trasmetterli attraverso un processo di autoeducazione ed educazione, utilizzandoi molteplici mezzi “multimediali” (video, slide, musica, scritti, ecc…), messi a disposizione dalla tecnologia attuale. Si potranno produrre libri, CD, video, conferenze, convegni, corsi, ecc …